Sviluppo pre-industriale di pompe di calore per uso domestico

L’attività è rivolta principalmente alla messa in funzione e all’analisi sperimentale di due pompe di calore ad assorbimento del tipo ad acqua-ammoniaca. La scelta di realizzare due prototipi quasi identici permetterà di verificare le soluzioni costruttive più adatte all’impiego di queste macchine al variare del livello di temperatura richiesto dai vari sistemi di distribuzione del calore utilizzati durante la stagione di riscaldamento.

Questa tecnologia, specialmente se associata a fonti di calore rinnovabili, può avere importanti ricadute nel settore della climatizzazione (in alternativa alle pompe di calore a compressione) e produzione acqua sanitaria, prospettando rilevanti risparmi nel consumo di energia elettrica.

Il prototipo di pompa ad assorbimento acqua-ammoniaca, progettato e realizzato dall’ENEA, è caratterizzato da basse temperature di funzionamento (~100 °C), in modo da poter utilizzare dei pannelli solari a tubi evacuati, e dalla possibilità di funzionamento reversibile (pompa di calore invernale). Per approfondimenti v. Pompe di calore ad assorbimento acqua ammoniaca.

Referenti:
N. Calabrese,
R. Trinchieri,