Smart Community

Il cittadino ha un ruolo fondamentale nel percorso di realizzazione della smart city non soltanto perché deve condividerne gli obiettivi ma soprattutto ne deve essere l’attore principale. Infatti "Smart communities" significa predisporre strumenti e tecnologie che consentano ai cittadini di interagire tra loro e l'amministrazione in modo semplice e rapido. L’obiettivo mira a sviluppare un’infrastruttura di interazione urbana (social network urbano) attraverso cui il cittadino possa partecipare direttamente all’adattamento progressivo dei servizi urbani e in definitiva alla rimodellazione del tessuto relazionale urbano, sia per le tematiche energetiche che per quelle della partecipazione, coesione e identità sociale.

Tutto questo contribuirebbe a far sentire il cittadino parte attiva della propria città piuttosto che ospite passivo: anche gruppi di persone con radici culturali diverse, potrebbero meglio integrarsi nella comunità stessa, contribuendo ad arricchirla con le proprie tradizioni e il proprio sapere.

Il Social Urban Network (SUN) è un insieme coordinato di interventi che si sviluppa sia sulla rete web (social networks, portale) sia sulla scena urbana (installazione interattiva, eventi sociali) allo scopo di favorire la coesione e lo sviluppo del capitale umano della rete sociale della comunità. Il SUN può svilupparsi su diversi canali tematici (processi culturali, welfare, sanità e benessere, educazione, attività produttive, rapporto cittadino-PA) e si propone come una esperienza di “smart communities” la cui finalità è quella di contribuire a consolidare il “senso di comunità” attraverso la creazione collettiva di contributi legati ai beni ed ai processi culturali.

Architettura funzionale del SUN (ingrandisci l'immagine)

Attraverso i contenuti inseriti nei Social Networks è possibile fare un’analisi dello stato del capitale umano secondo una serie di indicatori sulle tematiche affrontate su specifici beni culturali, sugli elementi creativi, sulla percezione della appartenenza alla comunità, sullo stato d’animo (emotional city, disagio, …). Tali indicatori saranno caratterizzati sul modello di rete sociale (teoria delle reti) da cui si cercherà di derivare l’evoluzione delle caratteristiche di connettività (intensità di connessione, modello di rete, presenza di hub culturali su specifiche tematiche).

Progetti in corso relativi alla tematica illustrata:
•    City 2.0;
•    Smart Village;
•    Smart Basilicata.